canyon exploring with Michele Angileri

La Vaccareccia

La Vaccareccia è la gola di uno dei principali affluenti del fiume Salto. Si sviluppa con bassa pendenza tra le colline di Concerviano, in una zona tornata selvaggia in seguito all'abbandono delle attività agricole e pastorali. È tra i pochi torrenti nel Lazio ad avere scorrimento idrico perenne. Alla Vaccareccia troviamo anche in estate gli ingredienti di una facile e bella discesa torrentistica: belle vasche di acqua pulita, piccole cascate ricoperte di travertino, corridoi di pietra circondati da vegetazione lussureggiante, solitudine e isolamento.
Ma se cerchiamo qualche emozione in più dobbiamo venire qui nelle stagioni piovose, quando le pozze da attraversare a nuoto sono più numerose e più lunghe, e le cascate sono percorse da getti di acqua spumeggiante.

Nome La Vaccareccia
Regione Lazio, valle del Salto
Centro urbano più vicino Concerviano
Dislivello 200 m
Sviluppo 2500 m
Verticale massima 13 m
Roccia Calcare, marna
Difficoltà3
Navetta Consigliata
Esplorazione Michele Angileri, Andrea Pucci; 13 settembre 2009
Ramo sinistro: Michele Angileri; 1 maggio 2015

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

Torrentismo fa rima con escursionismo.
Il torrentismo non è la disciplina olimpica dei tuffi trasportata nell'ambiente di forra, no ... E se mi piacesse stare nel vuoto a 150 metri di altezza (o anche a 70 m) attaccato a una parete di roccia avrei scelto l'arrampicata, l'alpinismo, non certo il torrentismo.
Faccio torrentismo perché sono affascinato dagli ambienti di torrente. Voglio percorrere corridoi di roccia, camminare tra le vasche e nuotarci dentro, voglio disarrampicare sui massi arrotondati dalle piene, voglio giocare in un giardino acquatico abbellito dalla vegetazione selvaggia e lussureggiante. Voglio camminare, camminare e vedere l'ambiente che mi passa accanto e mi finisce alle spalle.

Ed esplorazione con cosa fa rima? Quel giorno faceva rima con "vegetazione", perché l'esplorazione della Vaccareccia è stata caratterizzata da lunghi tratti di giungla fitta e spinosa, che abbiamo dovuto attraversare per riuscire ad entrare nella gola e poi, alla fine, ad uscirne fuori. Oggi sapremmo come evitarla, ma ovviamente allora non sapevamo nulla.

Però ne è valsa la pena!

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.