canyon exploring with Michele Angileri

Fosso San Severo

Nei valloni che incidono i fianchi dei Monti Martani l'acqua scorre di rado, o addirittura mai. In queste montagne calcaree il reticolo idrico si sviluppa in massima parte nel sottosuolo. Alcuni valloni sono ormai completamente fossili, mentre altri sono percorsi dall'acqua solo in caso di forti precipitazioni.
Tra questi ultimi troviamo il Fosso San Severo, che scende verso l'omonima frazione di Spoleto con un percorso confinato tra ripidi versanti e accidentato da alcune modeste cascate. Il Fosso San Severo non ha gli inforramenti, gli scenari mutevoli e la continuità del vicinissimo Fosso della Fuga, e così la sua discesa risulta poco interessante.

Nome Fosso San Severo
Regione Umbria, Monti Martani
Centro urbano più vicino Terzo San Severo
Dislivello 220 m
Sviluppo 900 m
Verticale massima 18 m
Roccia Calcare
Difficoltà2
Navetta Consigliata
Esplorazione Michele Angileri; 16 settembre 2012

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

Fu più semplice del previsto. Il torrente perdeva quota rapidamente, con qualche disarrampicata, qualche cascatina da scendere con la corda, qualche modesto inforramento.

A un certo punto ebbi la sensazione che il gioco stesse diventando più difficile: la roccia diveniva più compatta e guardando in avanti vedevo il cielo azzurro tra le fronde degli alberi. Pensai "ci siamo: questo è un cascatone".
Invece no: era la cascata più alta del Fosso, ma non era altissima.
Ed era l'ultima difficoltà del Fosso San Severo.

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.