canyon exploring with Michele Angileri

Fosso Sumiale

Nella parte più settentrionale dei Monti Sabini si incontra un calcare più compatto, di cui beneficiano le Forre. Ad arricchire la morfologia mediterranea tipica dei torrenti Sabini si aggiungono belle erosioni nella roccia bianca e passaggi inforrati. Così accade al Fosso Sumiale.

Nome Fosso Sumiale
Regione Lazio, Monti Sabini
Centro urbano più vicino Piè di Moggio (Rieti)
Dislivello 175 m
Sviluppo 500 m
Verticale massima 18 m
Roccia calcare
Difficoltà1
Navetta Possibile, ma non indispensabile
Esplorazione Carlo Gatti, Sandra Romualdini; 1992

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

Nella primavera del 2004 Renato si recava spesso al lago di Piediluco, per qualcosa che aveva a che fare con la preparazione dei campi di gara per il canottaggio. Percorrendo in macchina la valle del Velino Renato notò quel torrente che scendeva ripido e meandreggiante fino a raggiungere le case di Piè di Moggio. Resosi conto che si trattava di una forra mi propose di esplorarla ... La forra risultò già chiodata, segno inequivocabile di precedenti discese.

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.