canyon exploring with Michele Angileri

Rio Scuro

I boschi di bassa quota della valle dell'Aniene sono giungle lussureggianti che ricoprono i morbidi fianchi delle montagne nascondendone i particolari. Diventa così praticamente impossibile capire se all'interno di un vallone ci siano gole o cascate. L'unico modo per saperlo è entrare nel vallone e percorrerne un tratto, ma questo significa muoversi nella giungla e non è affatto una cosa comoda o facile.
Se però lo si fa può capitare di scoprire cascate belle e insospettabili come quelle del Rio Scuro.

Nome Rio Scuro
Regione Lazio, Valle dell'Aniene
Centro urbano più vicino Cineto Romano
Dislivello 160 m
Sviluppo 800 m
Verticale massima 17 m
Roccia Calcare travertinoso
Difficoltà3
Navetta No
Esplorazione Michele Angileri, Andrea Pucci; 7 giugno 2013

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

L'eccezionale nevicata del 2012 ha spezzato rami e abbattuto alberi non adatti a sostenere il peso di quella straordinaria massa di neve. Particolarmente colpiti dal fenomeno sono stati gli alberi sull'orlo delle gole, perché tra questi ve ne sono numerosi in posizione instabile. Così, dopo la nevicata, sul greto delle gole di bassa quota troviamo diversi alberi crollati di traverso che ostacolano la progressione, creando in qualche caso delle barriere impenetrabili che rimarranno tali per anni.

Anche al Rio Scuro trovammo alberi crollati sul greto, e dovemmo faticare per passare.

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.