canyon exploring with Michele Angileri

Fosso dell'Intiera

Le montagne tra Terni e Spoleto sono la naturale prosecuzione della catena dei Monti Sabini. Nessuna meraviglia, dunque, che le gole di questa zona abbiano le stesse caratteristiche di quelle della Sabina. Al Fosso dell'Intiera c'è però una differenza: c'è scorrimento idrico perenne. In estate questo si riduce a un filo d'acqua, quanto basta per tenere pulite le pozze. In primavera, però, la situazione dovrebbe essere nettamente migliore ...

Nome Fosso dell'Intiera
Regione Umbria
Centro urbano più vicino Spoleto
Dislivello 360 m
Sviluppo 2 km
Verticale massima 14 m
Roccia Calcare
Difficoltà4
Navetta Raccomandata
Esplorazione Conti, Latini; 1994

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

Ancora una gola esplorata 20 anni fa ma rimasta sostanzialmente sconosciuta, a riprova del fatto che il torrentismo è ancora oggi praticato da pochissime persone, mentre ad essersi diffusa con nome di "canyoning" è solo la versione ludico-adrenalinica-sociale del torrentismo. Meglio così: a parte pochissime eccezioni le gole dell'Appennino rimangono quei luoghi sconosciuti e solitari che erano 20 anni fa.

Video by Michele Angileri e Andrea Pucci

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.