canyon exploring with Michele Angileri

Fosso di Acquapalombo

I boschi che ricoprono i fianchi della Valserra nascondono l'insospettabile gola del Fosso di Acquapalombo. Fossile nella prima metà ma comunque ben incisa nella bianca roccia calcarea, la gola diviene attiva nella seconda parte, che si sviluppa nella scaglia rosa.

Nome Fosso di Acquapalombo
Regione Umbria
Centro urbano più vicino Terni
Dislivello 240 m
Sviluppo 750 m
Verticale massima 23 m
Roccia Calcare, scaglia rosa
Difficoltà2
Navetta Possibile
Esplorazione Nilio Conti, Carlo Gatti; 1993

 

Descrizione dettagliata: immettere il codice di accesso  
Cliccate qui per acquistare un codice di accesso
Cosa trovate nella descrizione dettagliata della gola

Ricordi

Quando una gola diventa fossile, terminato del tutto lo scorrimento idrico (anche quello episodico-alluvionale) i detriti iniziano ad accumularsi sul fondo. La gola si riempie progressivamente di detriti, che riducono l'altezza delle cascate fino a cancellarle del tutto. Alla fine la gola diventa un ripido canalone con pendenza grosso modo costante.

Nella parte fossile del Fosso di Acquapalombo questo processo è a metà: alcune cascate sono state cancellate dai detriti mentre altre sopravvivono. Si può così godere di una discesa piacevole e non banale anche nella parte fossile.

Copyright © 2002- Michele Angileri. All rights reserved.